In Kazakistan non c’è il mare

In Kazakistan non c’è il mare

di Isabella GalloItalia, 2020, 6.16 min

Il film è disponibile dalle 18.00 del 24 novembre alle 23:59 del 28 novembre

Questa è la storia di Ray Kaminsky e Dio. Ray è un disegnatore cinico e depresso: si lamenta della sua vita e del mondo. Si è arreso e vuole suicidarsi. Nonostante non sia credente, condivide le sue paure e le sue riflessioni con Dio, che nel frattempo si è accampata a casa sua. Dio è un disastro: una ragazzina menefreghista e strafottente, noncurante del destino dell’uomo.

Isabella Gallo, nata a Torino, si laurea al DAMS all'Università degli Studi di Torino; vince il premio Miglior Video Musicale DAMS al Seeyousound International Music Film Festival. Frequenta il corso di regia al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, dove completa la sua educazione accademica e la integra con esperienze pratiche su set. Nel 2020 si diploma con il corto A Cosmic Mind, scritto e diretto per Campari, presentato al Campari Lounge alla Biennale di Venezia e proiettato ad Alice nella Città a Roma. Ha scritto e diretto diversi video musicali e il documentario в дживении (In motion), girato in Russia e selezionato a diversi festival.

chevron-down