Baby

Baby

di Evie SnaxGermania, 2021, 7.59 min

Il film è disponibile dalle 18.00 del 24 novembre alle 23:59 del 28 novembre

Che aspetto ha un innamoramento che avviene attraverso l’obiettivo? Accorrete in prima fila per uno strip tease solista passionale e innegabilmente vulnerabile che scioglierà i vostri cuori. Un ritratto epico della vitalità trans femminile e di una genuina espressione creativa, Baby cattura una conversazione fra la macchina da presa e la sua musa in modo unico. Inscenato giocosamente dall’artista di movement art Manon Praline, catturato da Evie Snax, e collocato nella fugace colonna sonora della pop star Azaadi Kohinoorgasm; Baby è un ritratto di romanticismo queer, di ossessione, di radicale accettazione di sé, di libertà e di vanità lesbionica.

Artista queer birazziale cinese/caucasicə, Evie Snax lavora con collage, GIF e pratiche sociali. L’artista crea immaginari lussureggianti e senza regole che fungono da incantesimi liberatori, evocando fantasie di liberazione e contrasti con forme antiquate di rispettabilità. Dopo costanti censure subite per aver trasgredito limiti e aver offuscato determinazioni elitarie di accettabilità sessista, il lavoro risulta sia festoso che osceno. La sua pratica è lo stile sci-fi visionario, che celebra provocatoriamente la realtà queer/trans di persone di colore e vede i lavoratori sessuali come protagonisti degni, presentando possibilità inclusive di cosa potrebbe e dovrebbe essere un mondo senza vergogna né violenza. Sia come risposta che come pretesa, la sua arte immagina un futuro utopistico vivido del genere non censurato e dell’autodeterminazione sessuale per tutt*.

chevron-down